Neue ZTL-Regeln in Riva für die Zufahrt ins historische Zentrum

© Riva del Garda, Foto by Carlo Baroni

Der beliebte Ferienort an der Nordspitze des Gardasees, Riva, passt seine Regeln der so genannten “Zona a traffico limitato” (“Zone mit beschränkter Zufahrtserlaubnis”) für Touristen an, die ihr Hotel im Zentrum haben. Zukünftig wird vorab durch den Hotelier mitgeteilt, welche der vier Zufahrten ins Zentrum der Gast nutzen darf, um mit dem eigenen Fahrzeug an das Hotel zu fahren. Darüber hinaus gibt es Ausschilderungen für eine direkte Anfahrt zum jeweiligen Hotel, an die sich der Gast halten muss. Um während des Aufenthalts die ZTL-Zone nutzen zu dürfen, muss der Hotelier den Gast bzw sein Fahrzeug in einem städtischen Softwaresystem registrieren. 

 

Zufahrten mit Fahrzeugen ohne Registrierung werden in Italien von allen Städten mit ZTL-Zone geahndet. Die Zonen dienen dem Schutz der historischen Zentren durch die Begrenzung des Verkehrs.

 

L'organizzazione dell'accesso alla Zona a traffico limitato, nel centro di Riva, tramite varchi elettronici è stata lievemente modificata per quanto attiene le strutture ricettive, in relazione all'obbligo per i loro clienti di utilizzare un varco e un percorso ben preciso per raggiungere la struttura, e al tempo a disposizione per registrare il veicolo nel sistema informatico.

Le modifiche sono state decise in seguito alla rilevazione di criticità emerse dal tavolo permanente di confronto che l'amministrazione comunale ha istituito con i referenti delle categorie economiche, al quale siedono l'associazione artigiani e piccole imprese, l'Unione commercio e turismo, l'Asat, il Consorzio Riva in Centro. Presenti anche Apm e Polizia locale.

In questo primo periodo di attivazione del sistema si sono verificati casi di turisti potenzialmente sanzionabili per aver utilizzato un varco o un percorso diversi da quelli attribuiti, presumibilmente per disattenzione o per insufficiente informazione.

Per questo l'amministrazione ha deciso di posizionare nelle vie del centro in prossimità dei varchi elettronici la segnaletica stradale direzionale specifica per le attività ricettive, associata ai rispettivi varchi di accesso, così da facilitare i conducenti a utilizzare varco e percorso di accesso idonei.

Inoltre, il software sarà modificato in modo che per la durata di circa un anno ai permessi di transito siano associati tutti e quattro i varchi.

Ai titolari delle attività ricettive si chiede di fornire preventivamente al cliente in arrivo in città le informazioni idonee perché possa utilizzare il varco di accesso originariamente assegnato, cioè quello che assicura un percorso più breve e più sicuro, evitando inutile disagio sia al conducente, sia ai turisti e ai cittadini.

Inoltre, alcuni titolari di attività ricettive hanno segnalato la difficoltà, nei periodi di alta stagione, di rispettare il tempo concesso di 48 ore per la registrazione nel software dei dati del veicolo del cliente, che permette di regolarizzare il transito già effettuato per le operazioni di carico e scarico dei bagagli. Per questo l'amministrazione ha deciso di estendere a 120 ore il tempo utile per la registrazione.